CATEGORIE

Regala una Gift Card Per il Bambino
Per la Mamma
Liste Regalo
Bebu¨
Regala una Gift Card
Abiti e vestitini
Scarpine e calzine
Accessori per capelli
Cappelli, sciarpe
Pappa
Altro
Borse ed accessori
Bandane e foulard
Mamma e figlia
Mamma e figlio
Altri giochi
Bambole
Peluche e doudou
Giochi in legno
Collezionismo
Giostrine da appendere
Bracciali
Orecchini
Collane
Anelli
Nascita
Battesimo
Compleanno
Comunione
Culle
Fasciatoi
Quadri ed illustrazioni
Porta pannolini
Altro
Tappeti
Cornici e portafoto
Cuscini
Carnevale
Halloween
Altro
Libri
Zaini ed astucci
Altro
Inviti e bigliettini
Cake topper
Addobbi
Primo Compleanno
Halloween
Santo Natale
Epifania
Festa del PapÓ
Festa della Mamma
Pasqua
Bavaglini
Copertine
Lenzuola
Borse e contenitori
Fiocchi nascita
Torte di pannolini
Album nascita
Idee regalo
Bagnetto
Catenelle e portaciucci
Fasce e mei tai
Cuscini allattamento
Pannolini lavabili
Altro
Stoffe e tessuti
Lana e filati
Articoli di cartoleria
Articoli per la pittura
Libri e manuali
Schemi e tutorial
Accessori foto baby
Felpe e Maglie
T-shirt e Canotte
Camicette, Top e Tuniche
Abiti
Gonne
Pantaloni Jeans e Short
Giacche e Soprabiti
Cappotti e Giubbotti
Intimo e Costumi
Sciarpe e Foulard
Cappelli e Guanti
Accessori per capelli
Portachiavi e Ciondoli
Pins
Altri accessori
Borse e zaini
Astucci e Borsine
Portamonete e Portafogli
Custodie e Astucci
Beauty Case
Varie
Bracciali e polsini
Ciondoli
Spille
Collane
Orecchini
Anelli
Collane allattamento
Borse
Pochette
Borsa a mano
Cappelli
Home ╗ Il blog ╗ Ambientamento sereno al nido: i consigli dell'educatrice

Cerca

SEGUICI SU FACEBOOK

Archivio

Ambientamento sereno al nido: i consigli dell'educatrice

Blog » Parola agli esperti » Ambientamento sereno al nido: i consigli dell'educatrice

Ambientamento sereno al nido: i consigli dell'educatrice

25/08/2017

Parola agli esperti

Da educatore dell'infanzia mi piacerebbe trattare con voi di uno dei momenti più emblematici per una madre. L'inserimento al nido, un momento particolarmente atteso, temuto e idealizzato, nel bene e nel male.

La ragione di tale apprensione sta nel distacco, e nella coesistenza di emozioni contrastanti che questo comporta. 
L’inserimento al nido e l'accettazione di questo nuovo ambiente nel bambino è un percorso parallelo del bambino e del genitore.
 È un momento prezioso in cui il bambino ha la possibilità di esplorare un nuovo ambiente misurandosi e mettendo in atto nuovi strumenti e potenzialità.Il momento del distacco è spesso caratterizzato dal pianto, e in questo caso può risultare molto difficile: l’atteggiamento migliore è quello di accettare e accogliere il dolore del bambino, esplicitandolo e mostrandogli che lo capiamo.


Spiegare al bambino ciò che sta accadendo è il modo migliore per accompagnarlo in questo passaggio; ad esempio non è consigliabile distrarre il bambino per non fargli notare che la madre sta andando via. Ricordiamo inoltre che una dose di sofferenza e di disperazione iniziale è normale e sana: il bambino che ha un sano attaccamento alla madre piangerà, ma riuscirà anche a farsi consolare.


Il mutuo sostegno tra bambino e genitore starà alla base di tutto il processo: il genitore provvederà a incoraggiare e sostenere il bambino nel suo approccio alla novità, e il bambino rimanderà al genitore gli effetti di questa esperienza mettendo in atto e mostrando le competenze relazionali che già possiede e in questo modo lo rassicurerà. 
Per quanto la scelta di portare il bambino al nido possa provocare, nel genitore un latente senso di colpa, è fondamentale che il genitore sia consapevole e sicuro della propria scelta, e sappia controllare le proprie emozioni, al fine di non trasmettere ansia al bambino.

Ricordiamoci che anche i piccolissimi sanno leggere le nostre emozioni dal nostro volto!
 Organizzate un piccolo rituale da fare a casa o durante il tragitto per arrivare al nido, come cantare una certa canzone, o preparare lo zainetto insieme mettendo dentro un oggetto della mamma o una foto di famiglia .Questi vengono chiamati oggetto di transizione e hanno una valenza simbolica ma serve sopratutto al bambino a stemperare la tensione portando con sé un “pezzettino di mamma”. Una oggetto transazionale può essere un orsetto, una copertina o il ciuccio. Si tratta di una cosa a cui il bambino è particolarmente legato e su cui proietta tutto l’amore e l’attaccamento per la figura di riferimento. In questa situazione può risultare utile lasciargli portare con sé un oggetto di riferimento che lo trasporti in senso lato alla mamma.
Inoltre è molto importante rispettare i ritmi, la mamma dovrebbe cercare di non mettere fretta al bambino laddove l’ambientamento risultasse difficoltoso, in questo vi saranno di aiuto gli educatori.


Dott.ssa Grazia Anna Lombardi
Educatrice e Scrittrice per L'infanzia 
 

 


Sei un'ostetrica, un pediatra, un educatore dell'infanzia, un logopedista, uno psicologo infantile, un nutrizionista, insomma un esperto nel mondo dell'infanzia e hai la passione per la scrittura? Bebuù sta cercando proprio te per la sua nuova rubrica: la parola agli esperti! Ti aspettiamo! Scrivici una mail ad info@bebuu.it per avere maggiorni informazioni.

Cerca

SEGUICI SU FACEBOOK

Archivio

Loading…