CATEGORIE

Regala una Gift Card Per il Bambino
Per la Mamma
Liste Regalo
Bebu¨
Regala una Gift Card
Abiti e vestitini
Scarpine e calzine
Accessori per capelli
Cappelli, sciarpe
Pappa
Altro
Borse ed accessori
Bandane e foulard
Mamma e figlia
Mamma e figlio
Altri giochi
Bambole
Peluche e doudou
Giochi in legno
Collezionismo
Giostrine da appendere
Bracciali
Orecchini
Collane
Anelli
Nascita
Battesimo
Compleanno
Comunione
Culle
Fasciatoi
Quadri ed illustrazioni
Porta pannolini
Altro
Tappeti
Cornici e portafoto
Cuscini
Carnevale
Halloween
Altro
Libri
Zaini ed astucci
Altro
Inviti e bigliettini
Cake topper
Addobbi
Primo Compleanno
Halloween
Santo Natale
Epifania
Festa del PapÓ
Festa della Mamma
Pasqua
Bavaglini
Copertine
Lenzuola
Borse e contenitori
Fiocchi nascita
Torte di pannolini
Album nascita
Idee regalo
Bagnetto
Catenelle e portaciucci
Fasce e mei tai
Cuscini allattamento
Pannolini lavabili
Altro
Stoffe e tessuti
Lana e filati
Articoli di cartoleria
Articoli per la pittura
Libri e manuali
Schemi e tutorial
Accessori foto baby
Felpe e Maglie
T-shirt e Canotte
Camicette, Top e Tuniche
Abiti
Gonne
Pantaloni Jeans e Short
Giacche e Soprabiti
Cappotti e Giubbotti
Intimo e Costumi
Sciarpe e Foulard
Cappelli e Guanti
Accessori per capelli
Portachiavi e Ciondoli
Pins
Altri accessori
Borse e zaini
Astucci e Borsine
Portamonete e Portafogli
Custodie e Astucci
Beauty Case
Varie
Bracciali e polsini
Ciondoli
Spille
Collane
Orecchini
Anelli
Collane allattamento
Borse
Pochette
Borsa a mano
Cappelli
Home ╗ Il blog ╗ Metodo Montessori: 10 consigli per adattare la cameretta

Cerca

SEGUICI SU FACEBOOK

Archivio

Metodo Montessori: 10 consigli per adattare la cameretta

Blog » Letture spensierate » Metodo Montessori: 10 consigli per adattare la cameretta

Metodo Montessori: 10 consigli per adattare la cameretta

12/03/2016

Letture spensierate

Essere esaustivi e cercare di spiegare in modo completo cos’è il metodo Montessori, è alquanto difficile in questa sede. Sul metodo, infatti, si sono scritti fiumi e fiumi di parole, che  hanno avuto come autori studiosi del settore. Però negli ultimi mesi se n'è sentito parlare e discuterne tanto, soprattutto da quando, in Inghilterra, per il Principino George, è stato scelto un asilo che applica il metodo Montessori. Noi di Bebuù ne siamo affascinati da sempre e per questo vorremmo cercare di riassumervi in parole semplici, i concetti ed i principi su cui si basa tale metodo.

Innanzitutto vediamo insieme chi era Maria Montessori.

Maria Montessori ha iniziato il suo percorso di educatrice, insegnando in un istituto di salute mentale per bambini, con la convinzione di poter applicare, nel modo migliore, nuove tecniche educative e che avrebbero avuto degli effetti differenti rispetto a quelle tradizionali. I progressi che riuscì a registrare, furono notevoli e quindi iniziò a rivedere in maniera ancora più critica la didattica tradizionale, cercando nuove metodologie che permettessero agli allievi di apprendere meglio. 

E oggi (nonostante la Montessori abbia vissuto circa cento anni fa, in un contesto sociale completamente diverso da quello della attuale società) il metodo Montessori risulta ancora ben efficace nei risultati educativi dei futuri adulti.

I campi di interesse del metodo Montessori sono rivolti principalmente alle “attività di vita pratica” legate alla cura della persona e alla cura dell’ambiente. Il metodo va applicato ad attività quotidiane, come lavarsi, vestirsi, allacciare, infilare, aprire e chiudere, rassettare, travasare, stirare, sbucciare, spremere, trasportare, apparecchiare ….

I bambini, piccoli o grandi, devono avere la libertà di scelta delle attività, in un ambiente sempre accuratamente preparato e adattato alle loro esigenze.

Nel metodo Montessori, dunque, l'organizzazione degli ambienti, in cui il bambino vive, è di fondamentale importanza.

Vi proponiamo dunque qualche spunto per adattare la cameretta, ai più piccoli abitanti:

  1. Organizziamo la loro cameretta in modo che abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno a portata di mano e vista. Sistemiamo le loro cose in degli scaffali adatti alle età dei bambini. Ad esempio, se il bambino è ancora in fase di gattonamento, dovrà avere i suoi “giochi-attività” nella mensola più bassa, perchè così sarà più facile per lui prenderli e giocarci;
     
  2. Attacchiamo al muro un attaccapanni basso, per appendere la giacca e prenderla quando si esce, stabilire l'angolo delle pantofoline, dove il piccolo potrà riporre le scarpe al rientro e viceversa;
     
  3. Il letto dovrebbe essere basso, in modo che i bambini possano salire e scendere da soli;
     
  4. L’ideale sarebbe che i bambini possano aprire l’armadio da soli,  prendere i vestitini e possano vestirsi in autonomia (logicamente ci vorrà un po’ tempo, e tanta pazienza, affinché imparino a farlo per bene);
     
  5. Predisponiamo gli interruttori della luce in modo da permettere al bambino di accendere e spegnere la luce da solo e in sicurezza;
     
  6. Appendiamo al muro una bacheca, all’altezza del bambino, sul quale può attaccare i suoi disegni o una lavagna o uno spazio libero sul muro, sul quale potrà disegnare liberamente:
     
  7. Ai bambini piace vivere ‘sul pavimento’. Soprattutto da piccoli, lasciamo che giochino spesso scalzi o con scarpine adatte ai loro piedi, e inseriamo in cameretta un tappeto su cui giocare;
     
  8. Possiamo inserire nella cameretta anche uno specchio sicuro ad altezza bambini, per far sì che il bambino prenda coscienza di sé;
     
  9. I bambini dovrebbero avere libero accesso ai libri, i quali vanno scelti in base all’età: a partire dai libri in stoffa o cartonati per i più piccolini, fino alla letteratura per ragazzi;
     
  10. Infine, prediligiamo giochi semplici, in legno (non c’è bisogno di acquistare costosi giocattoli) e preferite quelli che il bambino può impilare e assemblare o con cui può interagire in un modo o nell’altro (evitate quelli che si limitano a fare qualcosa mentre il piccino li guarda);

Un trucco per creare un ambiente a misura di bambino?

Inginocchiatevi e abbassatevi alla sua altezza, accovacciatevi sul pavimento e osservate l’ambiente intorno a voi.. Che cosa vedete? Che cosa sentite?
Io l'ho fatto! e cosa ho visto? Ahimè, tante macchie di cibo appiccicato a terra..ditemi che non succede solo a me! :)

Ed ora ritornate su e guardate un po' le tante creazioni di inspirazione Montessoriana presenti su Bebuù

Precedente Successivo

Cerca

RANDOM POST

Social Market Trento   03/09/2015
Social Market Trento
Foto & handmade: Valentina fa cosý!   22/11/2017
Foto & handmade: Valentina fa cosý!
Ed ora, che nome gli diamo?!   10/01/2016
Ed ora, che nome gli diamo?!

SEGUICI SU FACEBOOK

Archivio

Loading…